giovedì 3 maggio 2018

Stipendi in Germania: 3,7 milioni guadagnano meno di 2.000 euro lordi

Al di là degli stipendi mirabolanti dei leggendari operai della Porsche e della Mercedes, in Germania dati alla mano 3.7 milioni di occupati a tempo pieno, vale a dire il 17.7% di tutti i dipendenti a tempo pieno, guadagnano meno di 2.000 euro lordi al mese. Per chi è in Steuerklasse I, sono al massimo 1.350 euro netti al mese, senza tredicesima, senza quattordicesima e senza TFR. Ne parla Der Spiegel su dati forniti direttamente dal governo federale.


Circa 3.7 milioni di occupati a tempo pieno guadagnano meno di 2.000 euro lordi al mese. E' quanto emerge da una risposta del governo federale ad una interrogazione presentata dalla Linke al Bundestag.

Secondo gli ultimi dati disponibili, relativi alla fine del 2016 - cifre piu' recenti non sono disponibili - si tratta del 17.7 % di tutti i dipendenti a tempo pieno coperti da un'assicurazione sociale. Nei Laender occidentali la percentuale era del 14.7%, in quelli orientali addirittura del 31.2%.

Per quanto riguarda i singoli Laender, la proporzione dei dipendenti a tempo pieno che guadagnava meno di 2.000 euro lordi al mese calcolata sul totale dei dipendenti a tempo pieno coperti da un'assicurazione sociale era la seguente:

Mecklenburg-Vorpommern 36,7 Prozent,
Thüringen 34,1 Prozent,
Sachsen 34,3 Prozent,
Sachsen-Anhalt 33,7 Prozent,
Brandenburg 33,6 Prozent,
Berlin 20,8 Prozent,
Schleswig-Holstein 19,2 Prozent,
Niedersachsen 18,1 Prozent,
Rheinland-Pfalz 16,5 Prozent,
Bremen 15,6 Prozent,
Saarland 15,5 Prozent,
Nordrhein-Westfalen 15,0 Prozent,
Bayern 14,0 Prozent,
Hessen 13,7 Prozent,
Hamburg 12,8 Prozent,
Baden-Württemberg 12,4 Prozent

L'esperto di politiche sociali della Linke, Sabine Zimmermann, che ha preparato l'interrogazione parlamentare nei giorni precedenti il Primo Maggio, ha esortato il governo federale a fare di piu' per allineare ulteriormente i salari, soprattutto fra la Germania dell'est e quella dell'ovest. A causa dell'inflazione e dell'aumento degli affitti che in molte città stanno esplodendo, non è piu' possibile andare avanti con meno di 2.000 euro lordi al mese. Zimmermann fra le altre cose ha chiesto un aumento del salario minimo dagli attuali 8.84 euro fino a 12 euro.

Anche la Hans-Böckler-Stiftung in un recente studio pubblicato qualche giorno fa aveva sottolineato che non ci sono solo Monaco e Colonia fra le città in cui il salario minimo non è piu' sufficiente per andare avanti senza aiuti pubblici. Anche a Duisburg o Wuppertal, secondo lo studio, la vita per chi percepisce un salario minimo è ormai troppo costosa per poter sopravvivere senza dover ricorrere ai sussidi pubblici.

3 commenti:

  1. Non hai pubblicato la distribuzione per fasce di reddito. Una svista o scelta volontaria?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non avessi un lavoro a tempo pieno potrei fare il blogger a tempo pieno, di cose da tradurre ce ne sono abbastanza, facciamo cosi', io passo le giornate a tradurre e i (pochi) lettori del blog con i click sugli Ad Sense mi pagano l'affitto e le bollette? Schrzo, cmq se non ce la faccio tanto posso sempre chiedere un'integrazione Hartz IV, che qui in Germania sono generosi...ma anche no

      Elimina
    2. No, figurati, intendevo solo alcune tabelle, soprattutto quella sulla distribuzione per fasce di reddito e i dati di reddito medio e mediano per poi confrontare il tutto con dati di altre nazioni tra cui l'Italia. Riportare il solo dato di coloro che guadagnano meno di 2000 euro mensili (e mi rivolgo all'autore dell'articolo) non dice nulla. E' invece interessante la distribuzione per fasce di reddito come scritto ma anche il confronto tra medesimi mestieri. Quanto guadagna un insegnante di vari livelli in Germania e quanto in Italia? Quanto guadagna un ingegnere addetto alla progettazione e non all'uso del muletto? E' chiaro che il cameriere o il cassiere Lidl guadagnano su per giù lo stesso che da noi ma francamente se un italiano si reca in Germania per svolgere uno di questi lavori di basso profilo è proprio perché è disperato. Nelle nostre magggiori località turistiche non si trova personale e poi si legge che italiani dal meridione anziché fermarsi in Veneto o Emilia Romagna prosegue fino in Germania per poi lamentarsi su tutto, dal cibo, al meteo, dal compenso che alla fine come detto per queste attività è simile alla mentalità decisamente diversa. Però tornando al tema in media ma soprattutto per mestieri di medio alto profilo il compenso è decisamente più alto in Germania.

      Elimina