lunedì 16 luglio 2018

Oskar Lafontaine sulla follia No Border

Oskar Lafontaine insieme alla moglie Sahra Wagenknecht e ad altre personalità di spicco sta cercando di costruire un nuovo raggruppamento politico in grado di superare i tradizionali confini della Linke e della sinistra tedesca. Dalla sua pagina FB il leader storico della socialdemocrazia tedesca questa volta se la prende con l'assurda ideologia dei "no-border-no-nation" e risponde per le rime a chi lo accusa di essere un nazionalista di sinistra. Dal  suo profilo FB, un ottimo Oskar Lafontaine.


C'era da aspettarselo: c'è un nuovo raggruppamento politico che sta ottenendo risonanza e molti già ne parlano male. Gli oppositori cercano di diffamarlo definendolo "nazionalismo di sinistra". Ma in un tale contesto parlare di "nazionalismo di sinistra" sarebbe come parlare di "cattolicesimo musulmano". Sinistra e nazionalismo non possono stare insieme visto che il movimento dei lavoratori cantava: "popoli ascoltate i segnali" e non "popolo ascolta i segnali" (Internazionale).

E alla fine di ogni congresso di partito cantavano: "Brüder zur Sonne zur Freiheit“ e non "Deutsche zur Sonne zur Freiheit“.

Il modo piu' semplice è guardare dentro l'ideologia "no-border-no-nation", perché chiunque si ponga la questione di come poter costruire uno stato sociale capirà immediatamente quanto questa ideologia sia lontana dalla realtà. E i seguaci di questo pensiero, di conseguenza, vedono nello stato sociale un'aberrazione nazionalistica.

Il non-senso del "nazionalismo di sinistra" trova molti sostenitori fra chi ritiene che esprimere solidarietà verso i rifugiati significhi mantenere le frontiere aperte per tutti e garantire benefici sociali a tutti quelli che arrivano. Questo equivoco diventa piu' chiaro quando si guarda al sistema sanitario. Nei paesi anglosassoni spesso la metà dei dottori e degli infermieri arriva dai paesi in via di sviluppo. In Germania, con un certo orgoglio, si fa riferimento al fatto che qui da noi sono stati accolti migliaia di medici dalla Siria e dalla Grecia. Almeno a questo punto i seguaci dell'ideologia dei "confini aperti per tutti" dovrebbero iniziare a capire che stanno sostenendo qualcosa di irrealistico e completamente antisociale. In Siria e in Grecia, dove questi medici sarebbero molto piu' necessari che da noi, il sistema sanitario è al collasso. L'alsaziano Albert Schweitzer andò fino a Lambaréné in Gabon per fondare un ospedale e aiutare le persone malate senza assistenza sanitaria. Oggi la solidarietà viene capovolta.

Ancora negli anni '70 del secolo scorso i paesi industrializzati formavano gratuitamente persone provenienti dai paesi in via di sviluppo, i quali avevano poi l'obbligo di tornare nel loro paese una volta completato il periodo di formazione. Oggi invece un'ampia comunità neoliberista e bipartisan vorrebbe andare a reclutare lavoratori specializzati e rendere in questo modo ancora piu' poveri i paesi in via di sviluppo.

Internazionalismo significa dare asilo alle persone politicamente perseguitate, aiutare i rifugiati di guerra e permettere ai poveri di questo mondo una vita migliore, grazie agli investimenti realizzati dai paesi industrializzati in quelli in via di sviluppo con l'obiettivo appunto di migliorare la vita delle persone, invece di continuare a depredarle.

Quanto sia ormai avanzata la confusione concettuale lo si vede anche dal fatto che coloro che chiedono di spendere miliardi di euro nei campi profughi e nelle zone in cui si muore di fame vengono considerati dei nazionalisti di sinistra. Mentre coloro che vorrebbero andare a reclutare nei paesi piu' poveri la forza lavoro piu' istruita e quindi rendere omaggio al "nazionalismo occupazionale" tedesco si danno una pacca sulla spalla e si considerano erroneamente degli internazionalisti.

Bisognerebbe gridare: "Nazionalisti dell'occupazione di tutto il mondo, pensateci!"

14 commenti:

  1. Quando vieni a scoprire che il 50% dei marocchini e' analfabeta diventa difficile non essere razzista, d altronde anche la costituzione italiana parla di razze eppoi io credo alle differenze scientifiche, biologiche e sociologiche tra esseri umani che sono simili ma non uguali, come invece dicono i morti di fame anarco-comunisti che tra l altro sostengono con sicurezza assoluta l origine africana di tutti gl esseri umani, in realta' proprio in Germania sono stati ritrovati resti d esseri umani molto piu' antichi di quelli africani non si puo' dire quindi che tutti gl esseri umani abbiano origine africana come sostengono gli scarafaggi anarco-comunisti ;) !!!!!
    Luca il KAKAKATSO PATRIOTA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra un commento idiota e l'altro prendi in mano un libro, vedrai che bene ti fa.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    3. Posso sapere perche' avete eliminato il mio post? Grazie, forse perche' ho detto che Cocucci ne sa piu' di me somigliando lui ad un australopiteco con la faccia che si ritrova eppoi perche' ho detto che la costituzione parla di razze o per la scoperta in Germania di resti d esseri umani piu' antichi di quelli africani !!! ??
      Luca il KAKAKATSO PATRIOTA

      Elimina
    4. Si chiama "paleoantropologia" ed è quella branca che studia i reperti fossili dell'uomo oltre alla sua evoluzione. Secondo le teorie supportate da prove, cioè da rinvenimenti, vi sono state due fasi di migrazione che ha visto come origine l'Africa. Ambedue sono note con il termine anglofono "Out of Africa 1" e "Out of Africa 2". la prima riguarda "l'homo erectus" mentre la seconda "l'homo sapiens", categoria alla quale discendiamo tutti noi: bianchi, neri, gialli e pellerosse. Anche tu, nonostante sia difficile da crederlo a prima vista leggendoti. Tu fai riferimento al rinvenimento di resti che appartengono ad un ominide progenitore dell'homo sapiens, precisamente "l'homo heidelbergenis", i cui resti della della mandibola fanno risalire ad un periodo di circa 600 mila anni fa. Altri resti dello stesso periodo se non addirittura prcedente sono stati ritrovati in altri luoghi in Europa, in ogni caso ciò non smentisce le teorie inizialmente esposte.
      Perché lo so? Perché tra un commento e l'altro apro qualche libro. Comunque il tema riguardava altro, considera questo un commento gratuito a tuo beneficio.

      Elimina
    5. Caro Cocucci tu probabilmente hai origine africane almeno guardandoti in faccia e leggendo la valanga di minchiate-bufale che scrivi cosi sembra ;) !? Io non mi riferivo ai resti ritrovati in Germania che dici tu pseudo-tuttologo dei miei coglioni ma mi riferivo alla teoria Out of Europe e ai resti ritrovati in Germania di denti risalenti a 9,7 milioni d anni fa che umiliano la teoria Out of Africa che tu povero pirla sostieni, leggiti la notizia su The Indipendent sempre che il tuo cervello poco sviluppato regga alla notizia, non e' affatto detto che l essere umano abbia origine africane !!!!!
      Luca il KAKAKATSO PATRIOTA

      Elimina
    6. 9,7 milioni di anni fa...chissà che cavolo hai capito e difatti: "They are clearly ape teeth."dall'originale "„Es handelt sich eindeutig um Menschenaffen-Zähne“.
      https://merkurist.de/mainz/evolution-sensationsfund-in-mainz-praesentiert_7q6

      Elimina
    7. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    8. Caro Cocucci faccia di katso leggiti Il Primato Nazionale, articolo " l essere umano e' nato in Europa non in Africa un dente riscrive la storia " leggi che ti serve. Perche' mi cancellate i commenti, si puo' sapere ?
      Luca il KAKAKATSO PATRIOTA

      Elimina
    9. Luca, fatti curare che stai messo male, farnetichi.

      Elimina
  2. Mi sembra che in questa maniera chiarisce in parte come nasce quella teoria alquanto complottissta che vuole Soros alla guida di un "turbocapitalismo" in cerca di nuovi schiavi e quindi per questo dalla parte di chi vuole le frontiere aperte.Certo la cosa è più complessa ma la critica di Lafontaine è costruttiva e dovrebbe portare ad una nuova visione a sinistra della problematica dei flussi migratori.

    RispondiElimina
  3. Tornando in tema, sarà una mia impressione ma certi atteggiamenti mi sembrano più coerenti con una posizione da 'sciacallo politico' che comunque non sta portando vantaggi nel caso della Linke che continua a viaggiare tra il 9 e l'11% mentre stando ai più recenti sondaggi AfD avrebbe raggiunto o addirittura superato la SPD (mai così in basso).

    RispondiElimina
  4. Che una simile visione non porti a vantaggi sul periodo breve è certo, dopotutto Lafontaine era quello contro l' Unione della Germania che considerava affrettata e deleteria da un punto di vista economico e sociale per entrambi, non credo che avesse torto. Tornando ai flussi migratori, anche qui è chiaro, così come vengono gestiti sono una catastrofe, sia per chi deve essere accolto, e sia per chi fa accoglienza. L' ondata nazionalsocialista che invade l' Europa è preoccupante.

    RispondiElimina
  5. Evoluzione: l'origine dell'uomo e' europea; ScienzeNotizie.it. Bisogna acculturarsi :)
    Luca il KAKAKATSO PATRIOTA

    RispondiElimina