lunedì 28 maggio 2012

Null komma null!

Su Handelsblatt.de scopriamo che lo stato tedesco ormai prende a prestito allo 0.0% (Null komma null). E' abbastanza chiaro perchè Berlino non vuol sentire parlare di Eurobond.
Gli assurdi della Eurocrisi: gli investori si contendono obbligazioni, per le quali sono disposti a regalare il denaro. Ne approfitta lo stato tedesco, che  per la prima volta nella storia prende del denaro a prestito senza pagare interessi.

Nessuno prima di Wofgang Schauble (CDU) era riuscito a fare nuovi debiti a tassi cosi' bassi: per la prima volta lo stato tedesco prende denaro a prestito, senza dover pagare un singolo centesimo di interessi. Nonostante ciò, gli investitori si contendono le obbligazioni a durata biennale. 

L'asta di titoli del debito pubblico con un cedola dello 0.0 % ha portato nelle casse dello stato 4.6 miliardi di Euro, come annunciato dal ministero. La domanda di obbligazioni è stata robusta: ha superato l'offerta di 1.7 volte. Il governo federale ha valutato il risultato "economicamente molto buono", secondo quanto dichiarato da un portavoce del ministero. "La ricerca di qualità è stata premiata". 

Il motivo del forte interesse per l'obbligazione senza cedola è il suo status di porto sicuro. "Chi cerca un parcheggio per il proprio denaro, non può evitare le obbligazioni tedesche", ha detto l'analista di Commerzbank David Schnautz. "Per gli investitori si tratta del solo mantenimento del capitale. Con le obbligazioni tedesche, infatti, possono essere sicuri di ottenere indietro tutto il denaro investito". La vede nello stesso modo l'esperto di obbligazioni Richard McGuire di Rabobank, che da Londra ci dice: "Per gli investitori spaventati dalla crisi, la restituzione del capitale è piu' importante della rendita".

Per gli obbligazionisiti c'è perfino la possibilità di rivendere i titoli sul mercato realizzando un guadagno. "Se la crisi del debito dovesse continuare a peggiorare, ulteriori investitori si sposterebbero verso le obbligazioni tedesche", ha detto Schnautz. " I loro corsi a causa della forte domanda potrebbero crescere ulteriormente, in modo da ottenere alla fine una buona rendita".

La Repubblica Federale quest'anno deve prendere a prestito 252 miliardi, per rimborsare le vecchie obbligazioni e finanziare i nuovi debiti. Mentre Schauble risparmia miliardi di costi per gli interessi, i tassi bassi rappresentano un problema per le assicurazioni sulla vita e per i fondi pensione. Sono infatti prudenzialmente obbligati a investire una parte dei loro guadagni in obbligazioni sicure. Poiché il tasso di inflazione in Germania è di un 2% abbondante, i tassi reali sono in area negativa. Per le assicurazioni sarà quindi difficile, mantenere le promesse di alti rendimenti. 

Anche se l'agenzia del debito si è orientata verso una cedola dello 0.0%, "La Repubblica Federale non intende collocare obbligazioni con un tasso negativo", ha dicharato il portavoce del ministero. "La cedola dello 0.0% rappresenta il limite verso il basso".

Dello status di porto sicuro garantito dal Bund, ha approfittato anche la banca di stato KFW (Kreditanstalt für Wiederaufbau): ha infatti raccolto 5 miliardi sul mercato. Il tasso per le obbligazioni triennali è stato dello 0.625 %, livello mai raggiunto in precedenza. 

A gennaio invece allo stato era perfino riuscito il capolavoro, di guadagnare denaro facendo debito. Con la vendita di obbligazioni a sei mesi, lo stato ha raccolto 3.9 miliardi ad un tasso negativo dello - 0.0122 %. Secondo i calcoli di Reuters lo stato ha ottenuto un premio di circa 242.000 €.

3 commenti:

  1. Quando sento odore di tassi negativi c'è una bolla lì vicina...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, bolla piena, chi compra a questi prezzi può sperare solamente nella disintegrazione dell'Euro per portare a casa un guadagno

      Elimina
  2. e infatti è proprio quello che avverrà nel medio periodo

    RispondiElimina